Nel settore della tecnica giudiziaria la conoscenza sulla composizione di un materiale è in prima linea la base per individuare o scartare un materiale. Se per esempio un campione di materiale viene trovato sul luogo del delitto o del danno solo  un’analisi permetterà di stabilire di che tipo di materiale si tratta. Se viene poi fornito un possibile materiale da confrontare avviene un paragone di materiali che permette, a seconda della sua individualità, di specificare il materiale stesso.

Miscele o combinazioni di materiali possono accrescere la probabilità di individuazione anche di materiali unici. L’analisi EDX, (analisi a dispersione di energia dei raggi X) è un’apparecchiatura aggiuntiva del microscopio SEM (Scanning Electron Microscopy) che fornisce, nel giro di poco tempo, informazioni sul materiale in questione. Gli elettroni creati dal flusso di elettroni vengono proiettati sul campione. Con il detector EDX montato sul SEM viene determinata l’energia emanata che viene, a sua volta, immessa in un programma e rappresentata sotto forma di diagramma. Dalla successiva valutazione si ottiene l’analisi del materiale.

Dispendiosa in termini di tempo, ma anche molto precisa è poi l’analisi con spettrometro WDX (analisi di dispersione di lunghezza d’onda dei raggi X). Essa viene impiegata nei casi in cui risulti necessaria, in quanto non disponiamo dell’apparecchio nel nostro laboratorio. Per materiali non organici, di solito, si usa uno spettrometro IR oppure UV. Per campioni fluidi o gassosi viene impiegato un gascromatografo. Tutti questi apparecchi si trovano nel laboratorio chimico con il quale collaboriamo.

Per l’indagine tecnica dei danni vengono realizzate ad esempio analisi EDX in seguito a rottura di materiali, per determinare se tale rottura sia da imputare a difetti del materiale stesso. La maggior parte delle indagini rappresentano le aderenze di corpi estranei sugli oggetti o nei luoghi soggetti al danneggiamento che costituiscono, a loro volta, la base per indagini successive e che servono, se vengono rilevati materiali da confronto, anche per individuare o scartare dei materiali.

Punto di rottura

Danno materiale sulla calotta di un perno

Adesioni sul materiale